Professionisti e costi della sicurezza, al Senato arriva il disegno di legge

Obblighi minimi tariffari ed una calendarizzazione immediata per il ddl 743 ‘Disposizioni in materia di valutazione dei costi della sicurezza sul lavoro’

sicurezza appalti pubblici

Nessuno tocchi i minimi tariffari per i professionisti della sicurezza. L’alzata di scudi arriva questa volta non dagli ingegneri ma dagli architetti: il monito è dell’Ordine degli Architetti di Roma, che chiede urgentemente la calendarizzazione del ddl n. 743 in merito alle Disposizioni in materia di valutazione dei costi della sicurezza sul lavoro, presentato dai senatori Paolo Nugnes e Stefano Patuanelli per promuovere la sicurezza sul lavoro negli appalti pubblici. Un obiettivo da raggiungere grazie soprattutto alle competenze dei professionisti coinvolti, che potranno garantire la qualità del loro operato anche attraverso l’applicazione rigorosa delle tariffe previste per le categorie professionali coinvolte, in primis il coordinatore per la sicurezza nella fase progettuale ed esecutiva.

Per continuare a leggere l’articolo clicca sul pacchetto  🎁

CORSO CARRELLO ELEVATORE/MULETTO

Il 7 Gennaio 2019 a Lanciano (CH) un nuovo Corso per prendere una ABILITAZIONE come ADDETTO all’uso del CARRELLO ELEVATORE!!!

Partecipa al corso insieme a uno o più amici e riceverai uno sconto del 10%! Per usufruire dello sconto  devi essere tu ad inviarci  i dati ed i documenti della/e persona/e che farà il corso con te.
Questa promozione è valida per tutto l’anno 2019 !

Vuoi ottenere una qualifica, vuoi avere un elemento in più da inserire nel CV per meglio entrare nel mondo del lavoro?
Non aspettare i cosiddetti “tempi migliori” per frequentare un corso. Approfitta del momento, prendi l’abilitazione. Chi cerca una figura professionale non aspetta che tu possa decidere di iscriverti al corso richiesto per quella mansione.

Dal 2013 abbiamo preparato ed abilitato centinaia di lavoratori. Molti, anzi moltissimi hanno potuto accedere al mondo del lavoro. Tanti, che sono già inseriti nelle aziende, hanno voluto migliorarsi ed acquisire nuove competenze.
Tutti i nostri corsi sono erogati ed accreditati da Ente Paritetico secondo le prescrizioni del D.Lgs 81/08 e dell’Accordo Stato-Regioni del 22/02/2012 che regolamenta i corsi di abilitazione delle le più comuni attrezzature di lavoro. 
L’abilitazione è valida su tutto il territorio nazionale e nell’ambito della Comunità Europea.
I corsi sono aperti a tutti, uomini e donne, sia che non abbiano alcuna esperienza nell’utilizzo delle attrezzature, sia a quanti abbiano già maturato esperienza nell’utilizzo di tali attrezzature di lavoro.

FORMAZIONE & SICUREZZA 81.08 accreditata con Ente Paritetico, organizza corsi abilitanti all’uso di carrelli elevatori in conformità ai requisiti previsti dall’Accordo Stato Regioni del 22/02/2012 (il patentino per il muletto).

Il corso per carrellista ha una durata di 12 ore è svolto a Lanciano in provincia di Chieti in Abruzzo. Il corso prevede una parte teorica svolta in aula ed una parte pratica svolta in area appositamente attrezzata con carrello elevatore. Al termine del corso, previo il superamento delle verifiche (teoriche e pratiche) ed una frequenza non inferiore al 90% delle ore previste, verrà rilasciato un attestato abilitante all’uso delle attrezzatura valido sul territorio italiano (patentino) ed un tesserino con foto.

Requisiti per partecipare al corso: maggiore età e patente di guida

Ispezioni sul lavoro: svolgimento e fasi dei controlli

Come avviene l’ispezione sul lavoro da parte degli organi di vigilanza e quali sono le fasi di svolgimento, i controlli e i verbali dell’ispettorato

In Italia le ispezioni sul lavoro, ovvero i controlli sul rispetto delle norme in materia di lavoro sono affidate all’Ispettorato Nazionale del Lavoro (in sigla INL) che le esercita attraverso propri ispettori dislocati nelle 74 sedi territoriali (abbreviate ITL) sparse nello stivale.

Da quando è operativo (1° gennaio 2017) l’INL ha inglobato le attività di vigilanza prima svolte da Ministero del Lavoro, INPS e INAIL. Eccezion fatta per i controlli in materia di igiene e sicurezza sul lavoro per i quali sono competenti le ASL, il personale dell’Ispettorato vigila su:

  • Osservanza delle leggi in materia di diritti civili e sociali dei dipendenti, di tutela dei rapporti di lavoro e di legislazione sociale;
  • Applicazione dei contratti collettivi nazionali di lavoro, oltre a quelli territoriali ed aziendali;
  • Corretto funzionamento delle prestazioni previdenziali e assistenziali in favore dei lavoratori.

Per continuare a leggere l’articolo clicca sul logo 

Regresso e surroga INAIL: risarcimento delle prestazioni erogate a seguito di infortunio o di malattia professionale

L’INAIL ha il potere di chiedere il risarcimento delle prestazioni erogate, nei casi di infortunio o di malattia professionale, quando nelle cause che hanno determinato l’evento, sia accertata una responsabilità di uno più soggetti.

Regresso e surroga INAIL: risarcimento delle prestazioni erogate a seguito di infortunio o di malattia professionale


Posto che l’infortunio, o la malattia professionale, si deve verificare solo per eventi casuali e di forza maggiore riconducibili al lavoro, la responsabilità si configura nel momento in cui un comportamento o una omissione alterino in senso negativo la normale casualità degli eventi.
La situazione tipica è quella delle norme in materia di sicurezza sul lavoro l’inosservanza delle quali, con certezza, altera in senso negativo le normali condizioni di lavoro aumentando la possibilità che si verifichi uno degli eventi tutelati dall’INAIL.
Le azioni di recupero delle prestazioni erogate, definite genericamente di “rivalsa”, sono:

  • il regresso (regolato dagli artt. 10 e 11 del T.U. INAIL);
  • la surroga (regolata dall’art. 1916 del Codice Civile).

Per continuare a leggere l’articolo clicca qui: 


⚠️ MICROCREDITO REGIONE ABRUZZO – PUBBLICATI I NUOVI BANDI…

📌 Finanziamenti agevolati da 5 mila a 30 mila euro a favore di “imprese GIÀ ESISTENTI” finalizzati per investimenti e per liquidità;

📌 Finanziamenti agevolati a favore delle “NUOVE IMPRESE e LIBERI PROFESSIONISTI” da un minimo di 5 mila fino ad un massimo di 25 mila euro;

📌 Finanziamenti agevolati a favore di imprese e liberi professionisti che hanno già usufruito del precedente microcredito, da un minimo di 20 mila fino ad un massimo di 50 mila euro. In caso di assunzione stabile di almeno un lavoratore è previsto un contributo a fondo perduto pari al 25% dell’importo finanziato.

Sono escluse le SRL e le SPA.

Per ulteriori chiarimenti contattatemi al 3924997759 o scrivete a formazionesicurezza81.08@gmail.com

Sicurezza: gli obblighi del datore di lavoro

Sicurezza: gli obblighi del datore di lavoro

Valutazione dei rischi, corsi di formazione, nomina degli addetti alle emergenze, verifiche periodiche: tutti gli adempimenti di aziende e professionisti su salute e sicurezza.

Le aziende ed i professionisti che assumono dipendenti, o che comunque hanno dei collaboratori che svolgono la propria attività per loro conto, sono tenuti a numerosi adempimenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Dalla redazione del documento di valutazione dei rischi, per il quale è necessario l’ausilio di professionisti esterni, nella maggior parte dei casi, all’organizzazione dei corsi sulla sicurezza per i lavoratori, alla nomina ed alla formazione degli addetti alle emergenze, del servizio di prevenzione e protezione e del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, gli obblighi sono veramente rilevanti e complessi. Tra l’altro, per essere tenuti agli adempimenti in materia di salute sicurezza non conta la dimensione dell’organico: basta anche un solo dipendente perché scattino gli obblighi. Ovviamente, il datore di lavoro non è tenuto soltanto agli adempimenti legati alle nomine, ai corsi di formazione ed alla redazione di documentazione: deve strutturare l’azienda in modo che tutto, locali, impianti ed attrezzature sia perfettamente a norma in tema di salute e sicurezza. In buona sostanza, deve cancellare o ridurre al minimo tutti i rischi esistenti in azienda. Ma procediamo per ordine e facciamo il punto della situazione sulla sicurezza: gli obblighi del datore di lavoro, che cosa devono fare aziende e professionisti per essere in regola, quali sono i corsi di formazione da far frequentare a dipendenti e collaboratori, come si organizza il servizio di prevenzione e protezione.

[PER LEGGERE L’INTERO ARTICOLO CLICCARE SUL LINK CHE SEGUE]

via Sicurezza: gli obblighi del datore di lavoro

Priorità alla sicurezza sul lavoro (video) | Monitorimmobiliare.it

Le normative e le sanzioni poste in tema di sicurezza del lavoro e la loro attuazioni nei rapporti con la Pubblica Amministrazione. Del tema abbiamo parlato con Francesco Bacchini, professore della Bicocca e responsabile del Dipartimento di Sicurezza del Lavoro di Lexellent.

PER LEGGERE TUTTO L’ARTICOLO SEGUIRE IL SEGUENTE LINK

via Priorità alla sicurezza sul lavoro (video) | Monitorimmobiliare.it

Incidenti sul lavoro: Di Maio annuncia l’assunzione di mille Ispettori

Non saranno toccate le leggi esistenti sulla sicurezza del lavoro

Il dramma sugli infortuni sul lavoro è stato al centro di un’articolata discussione che si è prodotta oggi nell’Aula della Camera dei Deputati a seguito di un’informativa urgente del Ministro del lavoro, Luigi di Maio.

“I  numeri che vengono dall’Inail sono devastanti, assomigliano più a un bollettino di guerra, nei primi quattro mesi del 2018 sono stati 286 i lavoratori morti sul lavoro, con un incremento del 9,2% rispetto allo stesso periodo del 2017 – ha detto Di Maio –  I morti a oggi sarebbero oltre 300, una media di 2 persone ogni giorno e purtroppo il dato reale potrebbe essere addirittura piu’ alto, considerando i lavoratori non tutelati dall’Inail”. “Non è con più leggi” che si tutelano i lavoratori, ma “dicendo che le norme esistenti le lasciamo, adesso è il momento di farle rispettare, di potenziare i controlli e di ridurre la burocrazia di chi le applica”, perché non si possono compilare “decine e decine di scartoffie”, ha aggiunto Di Maio, sottolineando che la strada è anche quella “di premiare chi le rispetta”.

[PER LEGGERE L’INTERO ARTICOLO CLICCARE SUL LINK CHE SEGUE]

via Incidenti sul lavoro: Di Maio annuncia l’assunzione di mille Ispettori | Il Desk

Autogrù: istruzioni INAIL per le verifiche degli apparecchi di sollevamento

 

Autogrù: istruzioni INAIL per le verifiche degli apparecchi di sollevamentoSegnaliamo una nuova pubblicazione INAIL Apparecchi di sollevamento materiali di tipo mobile autogrù che descrive in dettaglio questi mezzi, illustrandone le principali caratteristiche costruttive, per poi trattare in modo approfondito le fasi di cui si compone l‘attività tecnica di prima verifica periodica (compilazione della scheda tecnica dell’attrezzatura e redazione del verbale di verifica).
Estrapoliamo alcune parti salienti relative al contenuto della Guida e alle s

[PER LEGGERE L’INTERO ARTICOLO CLICCARE SUL LINK CHE SEGUE]

via Autogrù: istruzioni INAIL per le verifiche degli apparecchi di sollevamento

Sicurezza sul lavoro: regole e pause per i videoterminalisti

Immagine correlata

Le attività di lavoro si svolgono sempre più con modalità che necessitano l’impiego di un computer: tali attività – solitamente svolte in ufficio – comportano certamente rischi minori di attività (ad esempio) nel campo dell’edilizia, ma al contempo necessitano di specifici controlli da parte del datore di lavoro in ordine alla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori addetti ai cd. Videoterminali: in tutela dei lavoratori interviene il Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro, il quale prescrive degli appositi obblighi e accortezze da parte del datore di lavoro, alla violazione dei quali susseguono specifiche e notevoli sanzioni.

[PER LEGGERE L’INTERO ARTICOLO CLICCARE SUL LINK CHE SEGUE]

via Sicurezza sul lavoro: regole e pause per i videoterminalisti