Verifiche Impianti

Le Verifiche degli Impianti di Messa a Terra sono eseguite dall’Operatore Tecnico per l’Abruzzo che opera sul territorio in qualità di verificatore della ITCert s.r.l. di Galatone (LE) , Massimo Puddu, abilitato dal Ministero dello Sviluppo Economico per le aree 1,2,3, e 4.

Per info e preventivi compilare il modulo in calce


Prima dell’entrata in vigore del DPR 462/01, il datore di lavoro aveva il solo obbligo, ai sensi del D.P.R. 547/55, di denunciare il proprio impianto di messa a terra o di protezione dalle scariche atmosferiche o elettrico installato in luoghi con pericolo di esplosione, alle Autorità competenti sul territorio (negli anni ISPESL, ENPI, ASL, ARPA) le quali provvedevano, successivamente e senza alcuna richiesta da parte del datore di lavoro, ad effettuare le verifiche.

Il DPR 462/01, con la sua entrata in vigore, apporta due sostanziali novità nell’ambito delle denunce e verifiche degli impianti elettrici, di messa a terra e di protezione dalle scariche atmosferiche:

  • obbliga tutti i datori di lavoro, oltre alla denuncia dell’impianto ad ISPESL ed ARPA, a richiedere e far effettuare le verifiche sull’impianto stesso;
  • individua nuovi soggetti privati – Organismi abilitati dal Ministero dello Sviluppo Economico – ad effettuare tali verifiche.

Col D.P.R. 462 del 22/10/2001, il datore di lavoro ha dunque oggi l’obbligo di richiedere ad ASL/ARPA o Organismi Abilitati, con le periodicità stabilite dalla legge, la verifica sul proprio impianto.

Le conseguenze a cui può andare incontro, in caso di mancata verifica, sono:

  • responsabilità civili e penali in caso di infortunio e mancata verifica;
  • sanzioni penali in caso di controllo da parte delle autorità di pubblica vigilanza.

Allegati:

Soggetti obbligati – Periodicità

Il datore di lavoro delle aziende con almeno un lavoratore subordinato, le società di persone, le cooperative, sono tutti obbligati a far sottoporre il proprio impianto elettrico a verifica periodica, ai sensi del D.P.R. 462/01.

Le verifiche periodiche si effettuano con la seguente frequenza:

  • ogni due anni per gli impianti di messa a terra e di protezione contro le scariche atmosferiche installati in cantieri edili, in locali adibiti ad uso medico (gruppo 0, gruppo 1, gruppo 2) e negli ambienti a maggior rischio in caso di incendio (soggetti a D.P.R. 151/2011).
  • ogni cinque anni per tutti gli altri casi.

 

Richiedi Preventivo

Annunci